Laboratorio di “Mediocrità”

+

Considerando il fervore politico scatenatosi ultimamente sui social e sui giornali, botta e risposta accaniti  senza riserve e senza mezze misure, discussioni accese e coinvolgenti  che tanto giovano alla comunità  permettendole di costruirsi  quella che sarà un’opinione chiara e disinteressata,   su chi potenzialmente li rappresenta e li rappresenterà in futuro. Ora non vogliamo entrare nel  merito di ogni discussione, perché alcune sono di poco interesse e poco rilevanti, ma ci teniamo a condividere con i cittadini tutti, alcune considerazioni che fanno chiaramente capire come mediocre sia diventato oramai il dibattito politico locale, contornato di superficialità senza tematiche di rilevanza sociale, ma soprattutto senza potenziali soluzioni realizzabili.  Ovviamente noi non vogliamo sindacare nessuno, ma riteniamo giusto dire che esistono concretamente disagi e problematiche  evidenti che necessitano una soglia di attenzione maggiore rispetto alle solite “scaramucce” che per quanto interessanti siano risultano confusionarie e senza una conclusione determinata, perché a quanto pare tutti hanno ragione e nessuno  torto, o viceversa fate voi.

In ogni caso, è  evidente che da quando quest’amministrazione si è insediata, da quando una determinata cultura politica sta cercando di ritagliarsi un discutibile spazio di credibilità nelle dinamiche locali, il clima politico è diventato pericolosamente mediocre.

Ma di cosa si compone la vostra produzione culturale(se esiste)?? Per essere più chiari, cosa volete  trasmettere alla cittadinanza e su quali valori professate la vostra identità politica(se esiste)??

La politica della mediocrità è l’espressione dell’industria culturale del celeberrimo” Laboratorio Civico”; essi non esprimono nessun tipo di orientamento politico preciso, sono una creatura ibrida, organizzata sulla base di “attrattive” comuni che mirando ad uno specifico e ben determinato obiettivo(lottizzarsi la Città) sono scesi a compromessi con chiunque, e continuano a farlo, il tutto sempre a discapito della povera Rende e dei rendesi. Io onestamente non ravviso niente, o almeno niente di tangibile o percepibile, perché nulla è stato fatto e nulla si farà; il  vostro civismo “malato” è un fallimento,  figlio di una cultura politica mediocre e impreparata, di un identità  fragilmente costruita che si cela  alle spalle di qualche figura della casta cosentina, e accomodante svende la città al miglior offerente, che prende in giro i cittadini lamentando debiti fittizi, nascondendosi dietro un velo di falso buonismo, (io mi chiedo sempre se qualcuno dei loro ambisce alla beatificazione) dedicandosi infine  solo esclusivamente  alla cura del personalissimo fabbisogno privato.

Suvvia questa è la politica della mediocrità, questo è il massimo che possono elaborare, il loro tentativo di creare o ricreare una fantomatica e risicata credibilità, il loro tentativo di creare un punto di riferimento, un leader, una persona che possa rappresentare Rende, è miseramente fallito.  Quindi è inutile continuare con questo utopico sforzo di fare del sindaco un leader politico, perché per quanto possa essere un esemplare professionista, non possiede quelle caratteristiche indispensabili che lo possono ergere a guida di una comunità importante come la nostra.

Avete fatto il vostro tempo(se pur in pessimo modo) ora i cittadini si aspettano un concreto e tangibile rinnovamento, ma soprattutto un punto di riferimento che difenda l’identità della Città di Rende.

Un’ultima cosa, un  consiglio spassionato ai dotti rappresentanti  del Laboratorio Civico; basta con appelli smielati e struggenti, basta travestirsi da “rivoluzionari”, basta con i soliti buonismi e con le approssimate lezioni di giustizialismo, perché  anche se è chiaro oramai  a tutti la vostra naturale inclinazione al ridicolo e al comico, è altrettanto vero  che  raccontare la solita barzelletta di turno, è proprio l’ennesima figuraccia.

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the transfers internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *