Dedicata a iacchite.com

+

Oggi la giornata della libertà di stampa

di GIANFRANCO DE FRANCO

OGGI è la giornata della libertà di stampa e, per parte mia, la dedico a iacchite.com. Credo, però, che sia semanticamente sbagliato parlare di libertà di stampa. In Italia la stampa è libera. Ogni giornalista può scrivere ciò che che ritiene opportuno. La legge può intervenire soltanto in determinati casi e mai contro la testata giornalistica, ma contro il singolo giornalista che avesse commesso un reato. Il caso più frequente è la calunnia.

Ma i giornali sono liberi?

La domanda che dovremmo porre a noi stessi è se i giornali sono liberi. Magari i giornalisti potrebbero essere non liberi di esprimere ciò che vogliono. Potrebbero essere in qualche modo costretti dal proprio editore a scrivere cose che gli fanno comodo o ad omettere alcune notizie scomode. Sarebbe, forse, più corretto parlare e monitorare i giornali liberi (non condizionati dagli editori o da altre forze più o meno occulte) che di libertà di stampa.

Il giornale online iacchite.com incarna lo spirito stesso della libertà di stampa. Non è condizionato da nessuno e scrive ciò che Gabriele Carchidi e GdD ritengono di scrivere. Non hanno condizionamenti.

E questa è la loro forza. Ogni giorno migliaia di lettori “aprono” internet e si informano su iacchite.com. Leggono informazioni che sono la cosa più lontana dall’ortodossia imperante e molti di questi lettori vi si ritrovano. La credibilità di iacchite.com è altissima. Nessuno può fermarli. Solo la legge se dovessero commettere reati. Reati che sarebbero commessi con la penna  non certo con pistole o fucili o bombe.

E con i siti strani come ci regoliamo?

Immagino che la stessa attenzione le forze dell’ordine e la magistratura inquirente la dedichino anche a monitorare, ad esempio, siti web sui quali forse non si commette reato immediato, ma con buona approssimazione posso affermare che si commette un reato che è conseguenza diretta di quello che su quel sito si “scrive”. Mi riferisco ai siti di incontri tipo “bakeca” e mi chiedo se le ragazze che scrivono messaggi espliciti di prestazioni sessuali si pagano e, soprattutto, se c’è sfruttamento della prostituzione e se c’è evasione fiscale.

Sono certo che forze dell’ordine e magistratura inquirente, così come nascondono “cimici” nelle auto, perquisiscono frequentemente casa di Carchidi e redazione di iacchite.com, rivolgano la loro attenzione a questi strani siti magari nascondendo cimici negli appartamenti dove avvengono questi incontri e controllino che dopo la prestazione sessuale il “consumatore finale” abbia in tasca la ricevuta fiscale o la fattura.

Non ci resta, dunque, che aspettare gli sviluppi del caso iacchite.com e quello degli incontri per le prestazioni sessuali.

un mostro dotato di forza sovrannaturale

Intanto godiamoci, anche oggi, il Carchidi-pensiero e il GdD-pensiero.

Pensieri liberi per i moltissimi lettori di iacchite.com. Pensieri che sembrano un mostro dotato di una forza sovrannaturale che va sconfitto per salvare il pianeta Terra, per pochissimi (ma potentissimi) altri.

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the transfers internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *