Rende, al centro della Calabria

+

Ma basta porgere l’altra guancia

di CARLO SCOLA

Un paesino arroccato su una collina, nella regione che più di ogni altra è “legata al dogma del non fare”, ai cui piedi si estendeva una pianura tanto vasta quanto desolata, diventa una cittadina fiorente nonché sede dell’Università della Calabria.

Questa cittadina cresce così tanto da assumere velocemente, non senza sacrifici, le dimensioni e le caratteristiche di una città dalle 1000 luci arrivando ad assurgere al ruolo di centro economico, culturale e sociale della nostra Regione.

E poi?
E poi arrivano i “paladini del cambiamento”.

A distanza di soli 3 anni dalla sua discesa, la “compagine multiforme” che si auto definisce “Nuova Politica”, attua il “Cambiamento” a Rende, “regalandole” in pochi anni l’inedito quanto triste ruolo di collettività morente ed anonima periferia, peraltro, asfissiandola con visioni di corto respiro e con rancori personali.

Non ho la pretesa di avere la verità in tasca ma non sempre si ha la forza di porgere l’altra guancia.

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the transfers internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *