L’incorreggibile Franklin Delano Manna

+

di Mirko Di Maria

“Il sindaco Manna ha deciso di ricandidarsi, e lo fa per il bene della città”. Le notizie riportate dai giornali locali parlano di questa concreta possibilità e a quanto pare non è la solita barzelletta raccontata dal Laboratorio Civico, bensì è una barzelletta un tantino più divertente.

La prospettiva di un doppio mandato suscita in me sensazioni contrastanti, che mi fanno riflettere sulla salute mentale mia e di gran parte dei cittadini rendesi stupiti da cotanta generosità. Forse non sono un acuto osservatore, forse non ho mai capito la profondità culturale professata dal sindaco e dai suoi proseliti, forse noi giovani inesperti non ci siamo minimamente accorti della caratura politica del primo cittadino, che al pari del grande Franklin Delano Roosevelt si propone per un doppio mandato. Effettivamente Rende tre anni fa versava nelle stesse condizione degli USA negli anni trenta, e se non ci fosse stato il sindaco con la sua incisiva azione politica a quest’ora ci ritroveremo solo ad essere una periferia di Cosenza alla mercé della casta politica cosentina, con un crescente degrado urbano abbinato ad una completa inefficienza programmatica e progettuale, ma soprattutto non ci ritroveremo la classe politica e dirigenziale che brillantemente ci sta amministrando.

Ma ironia a parte torniamo seri, e torniamo alla realtà cittadina. L’amara verità che molti fanno fatica ad accettare, per ovvie peripezie personali, è che tre anni fa fu consegnata una città in perfetta salute, seppur con i suoi difetti, perché errare humanum est (ma saper riconoscere tali sbagli è sintomo di grande sensibilità), una città perfettamente ideata con una prospettiva di crescita progressiva che sembra però essersi arenata tre anni fa, paralizzata dall’ostentata incapacità gestionale di chi amministra; dunque quali progetti, quali prospettive, quali risultati sono stati raggiunti?, e quali e quante possibilità sono state create per la comunità?

Semplici opere di completamento e nulla più, azioni ostentate mediaticamente crogiolandosi su meriti e idee altrui.

L’unica realtà constatabile, è il progressivo degrado urbano e la decadenza culturale e politica della città sempre più esposta a pericolosi processi di periferizzazione in favore delle ingerenze della casta cosentina e di tutti i suoi “big” nessuno escluso a prescindere da partito o colore politico, tutti accontentati in quel lucroso gioco di lottizzazione della città, tutti utili e indispensabile per consolidare la stabilità amministrativa.

Caro il nostro Franklin Delano rendese, se posso permettermi di esprime una innocua considerazione, basta raccontare assurde barzellette, basta prendere in giro i cittadini con una politica fatta di slogan privi di contenuti e di fatti, basta con questi fossili politicanti che si ergono a profeti di etica e professano un falso moralismo, ma soprattutto basta con tutta questa retorica ormai datata e senza senso.

Quello che noi giovani rendesi auspichiamo è un concreto ed effettivo cambiamento, la tangibile restituzione della città ai suoi cittadini, ma non a qualche professionista che “vive di politica”, ovvero intende trarre da essa una fonte durevole di guadagno, nonché quella di una carriera politica longeva abbinabile a quella professionale; noi auspichiamo la restituzione della città a chi “vive per la politica”, a chi costruisce la propria coscienza civica con integrità e coerenza, a chi ha il cuore e il tempo di dedicarsi solo ed esclusivamente al bene della città, senza trasversalismi e senza lasciarsi inglobare in latenti e lucrose strategie di potere.

“La politica non potrà più consistere nel voto o nell’adesione ad un partito, ma, per ognuno di noi sarà un inventare il futuro, la nostra società esige da tutti uno sforzo d’immaginazione creatrice”.

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the transfers internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *