Il qualunquista collodiano

+

di Mirko Di Maria

Ero al quanto titubante ad esprimere alcune considerazione su taluni gruppi politici in quanto, essendo un ragazzo sono pieno di speranza e un convinto sostenitore del dialogo; ma forse queste speranze erano solo misere illusioni.

Innanzitutto tengo a fare una precisazione, dati e considerati i rumors del dibattito politico, contraddistinto da attacchi personali e tematiche “banaliste”, ricordando a costoro che la produzione culturale di Insieme per Rende è il risultato della libera associazione di una pluralità di individui che intendono dialogare con tutte le forze riformiste della città, e che le nostre linee politiche non sono decise “dall’alto” come qualcuno stupidamente pensa, ma sono l’effetto di un confronto continuo con chi ha a cuore le sorti della nostra comunità.

Rimango dunque al quanto allibito quando dal dibattito politico fuoriescono affermazioni cariche di risentimento, attacchi personali vuoti e senza senso, critiche poco costruttive che hanno come unica funzione essenzialmente la polemica fine a se stessa, tra l’altro senza possibilità di un dialogo che non sia “social”. Io sono una persona di sinistra (forse della più estrema) figlio del sottoproletariato rendese ad oggi laureato e disoccupato, ma sentire accuse che ci descrivono al pari dei migliori “inciuciatori “ mi fanno onestamente incazzare.

qualunquista

Mio caro qualunquista “Collodiano”, ho capito che in quanto grillo la tua funzione è quella della buona coscienza, ma sparare sentenze senza nemmeno aprirsi al dialogo con persone di sinistra (a proposito ma sei di sinistra?) sentenziando in maniera banale il percorso tracciato da talune personalità che ripeto non sono quelle che tu citi, è onestamente sintomo di una speculare riproduzione delle linee politiche del miglior Giannini. Mi spiace dirlo ma tu non sei una persona di sinistra, (al di fuori di ogni partito) non incarni ne rappresenti valori sociali e libertari che storicamente contraddistinguono le basi ideologiche del socialismo, sia nella sua veste più estrema sia in quella riformista; non conosci le basi del libero dibattere, o del confronto politico, forse perché le linee “egoistiche” che ti sono imposte dall’alto, o che tu ti auto-imponi, non ti permettono di arricchire il tuo bagaglio culturale (che a questo punto deduco sia misero), e di confrontarti con le forze sociali operanti sul territorio che non rispondono né a partiti politici, né ad alcuna personalità d’élite egemone; sei semplicemente un qualunquista “collodiano”, è in quanto tale ti permetti di giudicare senza conoscere chi opera nella migliore trasparenza per il bene della comunità, sputando gratuiti verdetti e aprendo inutili dibattiti sui social, screditando il lavoro di noi giovani, che come me, figli di “nessuno”, si interessano del bene della nostra comunità.

Te lo ripeto sei hai bisogno di qualche chiarimento che illumini le tue brillanti deduzioni puoi sempre chiedere. Noi siamo propensi ai dialoghi non spersonalizzati, anche con i migliori eredi del “buon” Guglielmo Giannini.

La libertà che vogliamo noi non è il diritto astratto di fare il proprio volere, ma il potere di farlo.

One comment

  1. Alessandro Melicchio said on gennaio 23, 2017 Rispondi
    Se la produzione culturale di Insieme per Rende, risultato della libera associazione di una pluralità di individui, è un articolo carico di insulti, auguri.

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the transfers internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *