Ripartire da Rende

+

 

di Mirko di Maria

Alla luce delle recenti cronache politiche che hanno decisamente gravato sulla credibilità della giunta Manna, si rende necessaria un’attenta analisi politico-amministrativa sulle condizioni attuali della Comunità Rendese.

Al di la del degrado che affligge persistentemente il decoro urbano della cittadina e senza soffermarci troppo sulle limitate capacità gestionali di tale amministrazione che continua a tralasciare e ad abbandonare interi gruppi sociali per soddisfare invece le esigenze delle reti clientelari a supporto dei privatistici interessi su cui si fonda tale gruppo dirigente, ciò che più mi preme segnalare è la discutibile credibilità della linea politica perseguita dall’amministrazione Manna.

È palesemente vero e del tutto corretto affermare che l’amministrazione Manna è un fallimento; il “rinnovamento” tanto decantato e sui cui innumerevoli promesse sono state fatte non si è mai realizzato, o meglio si è realizzato ma attraverso l’infiltrazione negli affari pubblici di “subalterne” individualità che fanno riferimento a distinte élite politiche che da sempre oramai detengono “privilegi” decisionali sulle dinamiche della politica calabrese (ne è un chiaro esempio l’ultimatum lanciato recentemente dai gentliani).

Tali ingerenze “esterne” hanno necessariamente condizionato l’ordinaria gestione della città in un subdolo gioco di compensazione di interessi economici che lentamente logora quanto di buono costruito negli anni passati anteponendo gli interessi privati di presunti gruppi di potere al bene delle città.

Difronte ad una situazione che ad oggi risulta insostenibile, la risposta culturale deve essere pronta; e se la produzione culturale si realizza attraverso il libero e spontaneo associazionismo comunitario, allora è doveroso che le forze sociali e politiche espressione di quella produzione culturale che da sempre difende il bene comunitario rendese coesistano in una condivisione di idee che possa rigenerare realmente la cultura politica locale liberandoci da fastidiose ingerenze travestite da falsi amministratori.

One comment

  1. bicienzo said on ottobre 2, 2016 Rispondi
    analisi perfetta dello status "civico" della Giunta attuale ! tale situazione è anche "merito" di un pd morto e sepolto che non riesce a sognare una nuova Rende lontana da lazzi, intrallazzi e futuri posizionamenti? basta un "pugnettone " di AMICI che CREDONO E VOGLIONO COMBATTERE in nome e per conto dei cittadini...i clientes arriveranno....

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the transfers internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *