Il nostro impegno per il 2016

+

Custodi dei valori socialisti

Un’era costruisce città. Un’ora le distrugge.
(Lucio Anneo Seneca)

IL Comitato direttivo di Insieme per Rende, augura a tutti i rendesi un felice 2016 riproponendo ciò che vogliamo fortemente ottenere per il futuro della nostra città.

Il nostro impegno per il 2016 è sintetizzabile in questa scala di valori: «interesse per il territorio, apertura al confronto, impegno, libertà, tolleranza, solidarietà, legalità, custodia dei valori socialisti».

In questi ultimi mesi del 2015 Insieme per Rende si è caratterizzata per l’azione volta a difendere e tutelare lo stereotipo di città e il modo di amministrare proprio dei socialisti che sono stati  al governo di Rende fin dal 1952.

Il nostro obiettivo è quello di tornare a governare il Comune di Rende. Abbiamo scelto la strada della collaborazione con tutte le forze di centrosinistra. Il Partito Democratico, l’associazione civica Rende cambia Rende, il Partito socialista italiano. Insieme per Rende si rivolge alle forze cattoliche, laiche, al mondo della scuola e del lavoro al fine di costruire una solida base e una nuova classe dirigente che, nel segno della buona amministrazione e di valori che appartengono alla tradizione laica, cattolica e di sinistra, possa prepararsi per essere alla guida dell’amministrazione comunale di Rende.

Nell’anno che sta per nascere il nostro impegno sarà rivolto a stimolare il dibattito con gli elettori su grandi e piccoli temi. Dunque un’azione volta a centralizzare  il ruolo del dialogo costruttivo e dell’onestà intellettuale, aspetti  fondamentali della convivenza civile.

Ci dedicheremo alle dinamiche attinenti l’Urbanistica, inimitabilmente espressa come vera e propria Arte, dalle passate amministrazioni, le quali hanno pianificato lo sviluppo fisico della comunità urbana assicurando condizioni di vita e di lavoro salubri e sicure, in ossequio alla  promozione del benessere pubblico. Nel settore in questione continueremo a sostenere che il rispetto delle regole è il miglior modo di tutelare gli interessi dei cittadini e dell’ambiente.

L’area urbana il nostro traguardo

Riguardo all’area urbana, ci impegneremo affinché nelle coscienze di tutti noi nasca un sentimento unitario che porti a considerare ogni scelta come componente di un disegno più vasto che non si limiti alle dinamiche di  “due città”, ma che coinvolga tutta l’area che gravita su Cosenza; che non si limiti a piccoli giochi di interesse partitico o personale, ma che abbia un ampio respiro e che porti sviluppo economico e progresso sociale.

Sosteniamo Oliverio

In questo contesto noi sosterremo il presidente della Regione, Mario Oliverio, per la realizzazione della metropolitana leggera che riteniamo un’opera di grande civiltà e di grande utilità.

Il rendering della metropolitana leggera di Cosenza

Il rendering della metropolitana leggera di Cosenza

Tenderemo a tutelare gli antichi borghi, arginando i processi di spopolamento che stanno investendo in modo allarmante questi posti meravigliosi spesso ricchi di opere d’arte custodite in musei e belle chiese restaurate.

Il Duomo di Montalto Uffugo

Il Duomo di Montalto Uffugo

Borghi già oggi serviti da parcheggi, scale mobili e tapis rulant. Siamo consapevoli che sulla rivitalizzazione di questi luoghi si può giocare la credibilità della nuova classe dirigente; i nostri borghi rappresentano uno sbocco di sviluppo turistico direttamente proporzionale al recupero delle tradizioni.

Coinvolgeremo giovani fortemente motivati ed intesi a formare la propria identità di cittadini ed uomini. E’ proprio sui giovani, sulle loro idee e  sulla loro linfa vitale che Insieme per Rende vuole fare grande affidamento. Ci

Il Museo Civico di Rende. Sandro Principe (di spalle) illustra ai ragazzi di una scuola la pinacoteca

Il Museo Civico di Rende. Sandro Principe (di spalle) illustra ai ragazzi di una scuola la pinacoteca

dedicheremo alla promozione della cultura, che rappresenta un modo unico di stare insieme. Cultura, dunque Università. L’Unical è il fulcro non solo dell’area urbana, ma di tutta la Calabria. Da essa nascono appunto le nuove leve ed essa deve legarsi al territorio e alle attività commerciali attraverso una connessione duratura e forte. Ricerca scientifica e applicazioni industriali dovranno finalmente fondersi per far nascere un polo industriale di alta qualità che crei nuovi posti di lavoro e nuove opportunità non solo per i suoi laureati, ma per  tutti i calabresi.

Il tapis roulant di Cosenza

Il tapis roulant di Cosenza

Parleremo di editoria sollecitando la lettura di libri e di giornali perché gli approfondimenti non possono essere effettuati sul web. Un buon giornale e un buon libro sono insostituibili per accrescere la nostra cultura e il nostro spirito di analisi; concretamente organizzeremo incontri critici su diverse tipologie di letture; organizzeremo in senso affine, anche dei cineforum dinamici.

Ci soffermeremo molto sulla sanità al fine di stimolare un dibattito e una consapevolezza che obblighi le classi dirigenti e lavorare per dare un servizio sanitario che sia all’avanguardia. Sosterremo l’azione del presidente della giunta regionale, Mario Oliverio per la costruzione di un nuovo ospedale pubblico a Cosenza e l’azione di tutti coloro che sono intenzionati ad offrire servizi sanitari di qualità.

Stimoleremo anche un dibattito sugli investimenti pubblici, necessari a rendere migliore la qualità della vita e che rappresentano un sicuro volano per la ripartenza della crescita economica.

Parleremo di diritti civili, di unioni civili, di liberalizzazione della cannabis, nel rispetto di ogni opinione e con la consapevolezza di affrontare argomenti alquanto delicati che meritano di essere trattati con la massima attenzione e nel massimo rispetto delle altrui opinioni. Parleremo di accoglienza dei migranti, di lotta alla violenza contro le donne, di legalità e di trasparenza.

Parleremo di lavoro e lotteremo al fine di veder assicurato il diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e alla qualità del lavoro svolto; tenderemo a ricostruire una situazione tale da poter concedere al cittadino la possibilità di scegliere un percorso lavorativo che sia quanto più possibile compatibile alle sue scelte e alle sue attitudini, in ossequio di Principi Costituzionali.

Naturalmente  ci soffermeremo su tutti gli aspetti amministrativi locali. Dai lavori pubblici, al sistema del welfare, dalla gestione del personale comunale (denunciando il sistema messo in campo da questa amministrazione dei “due pesi e delle due misure”), alle politiche di bilancio e a quelle relative al verde, ai rifiuti, al rispetto dell’Ambiente.

Occorre, dunque, la grande passione, occorre essere fortemente propositivi, occorre fare invece di dire, occorre svincolare la politica locale dalle logiche pensate altrove, occorre prendersi cura di questa città, occorre un gesto d’amore.

Insieme per Rende augura buon Anno a tutti i cittadini, con il fermo proposito di poter realizzare quanto nei nostri progetti per la nostra città.

 

Eugenio, Gianfranco, Mirko, Fabio, Franco M., Francesco, Lorenzo, Dario e Franco V.

 

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the transfers internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *