Programmazione territoriale e area urbana cosentina

+

Il convegno in diretta dal Museo del Presente

17.45 – De Franco: Noi amiamo la nostra città e invece ci ritroviamo un giunta di persone che con Rende non hanno mai avuto a che fare. Che ignorano la nostra storia, i nostri costumi, le nostre battaglie

17.50: Questa giunta di destra concepisce l’urbanistica on demand. E invece noi sappiamo bene che se Rende oggi è così è perché le amministrazioni socialiste hanno fatto rispettare le regole. L’urbanisica non può essere flessibile. Al contrario essa deve essere rigida. Sul “regalo” dei metri cubi al gruppo iGreco è necessario capirne di più. Perché bisogna regalare metri cubi per costruire un albergo? Magari di lusso?

17:59: Questa amministrazione è di destra perché ha perso 1.500.000 di euro per la strada Commenda-Centro storico e perché ha contribuito a perdere altri 160.000.000 per la metropolitana leggera. Ma vi immaginate cosa avrebbe significato l’immissione nell’area urbana di tutti questi soldi? Quanti posti di lavoro avrebbe creato? Quale indotto avrebbe favorito? Quanti giovani avrebbe sistemato? E invece? Zero. Grazie ai sindaci di Cosenza Occhiuto  e di Rende Manna, nemici del lavoro e dei giovani.

18:00: Riguardo ai trasporti c’è da prendere atto della politica fallimentare dei due sindaci di destra e c’è da prendere atto dell’esclusione di Montalto. Ma come è pensabile tenere fuori Montalto? Hanno idea questi due sindaci della destra più becera e ignorante quante persone abitano a Montalto e quale interazione essi hanno con Rende e con Cosenza e viceversa?

Sandro Principe

18:01 – Senza Rende esisterebbe l’area urbana? A Rende non c’è opera che non sia di area urbana. C’è da restare sconcertati di fronte ad affermazioni come quella di Manna che dice di aver ricostituito il rapporto con l’Università. I socialisti di Rende hanno fatto moltissimo per l’Università dalla sua costituzione ad oggi. E’ ridicolo chi dice che il rapporto è stato ricostituito da Manna e Crisci.

18:10 – Noi abbiamo pensato a dotare l’area urbana di grandi servizi come la metropolitana. Oggi i programmi sono fermi con l’avvento a Rende, Cosenza e Montalto di tre sindaci del centrodestra

18:20 – Non c’è dubbio che bisogna potenziare la sanità pubblica. Vogliamo l’ospedale pubblico. Il centrodestra lo ha bloccato. La sanità privata ben venga, ma deve essere complementare  a quella pubblica. Questa complementarità la deve decidere la Regione.

18:21 – Sugli aspetti edilizi non c’è dubbio che bisogna rispettare le regole. Non si possono sconvolgre gli indici urbanistici.

18:24 – Occhiuto non si è mai fatto carico dell’area urbana, dei problemi dell’area urbana. Non ha mai parlato come leader dell’area urbana.

18:27 – Evitare le frammentazioni. Dobbiamo fare opera di ricucitura.

Salvatore Perugini

18:30 – Abbiamo realizzato molto. Abbiamo realizzato le risorse europee senza restituire nulla all’Europa. Tutte le opere sono state pensate per l’area vasta.

18:35 – Abbiamo approvato le opere e gli strumenti urbanistici con i Pisu. Parlo del 2006. Siamo stati precursori. Oggi nessuna parla più di queste cose.

18:37 – Abbiamo varato il piano di mobilità dell’area urbana. Oggi non ne sento più parlare. A Cosenza non si è mai discusso del piano strutturale comunale così come del piano urbano di mobilità. Ce lo siamo posto a Cosenza con Rende e Montalto. Non abbiamo fatto azioni in violazione delle leggi che hanno avuto breve respiro

18:40 – Nel 2010 abbiamo firmato l’accordo per la metropolitana. Un finanziamento oramai perduto di 160.000.000

18:44 – Con Bernaudo abbiamo ipotizzato solo opere di area urbana. A Rende il Parco acquatico e a Vaglio Lise un grande auditorium azzerato riversando i contributi su piazza Bilotti.

18:45 – E’ morta oggi l’idea di voler dare un contributo al di fuori del proprio territorio

18:47 – Con i fondi Urban funzionava meglio. Trasferire la gestione dei fondi alle Regioni ha rallentato i processi di investimento

18:49 -Non disperdiamo l’occasione del rinnovo del Consiglio comunale di Cosenza. Riprendiamoci la nostra città. Possiamo recuperare il tempo perduto. Mettiamo insieme un’idea che ridia entusiasmo e apra una nuova fase

Umberto Bernaudo

19.00 – Il Pd deve rimettere insieme il partito in varie realtà. Non si può votare contro il candidato del Pd da parte dei dirigenti dello stesso Pd.

19:09 – Smetterla con la visione personalistica della politica. Magorno è diventato segretario regionale solo perché era amico dei referenti di Renzi

Mimmo Passarelli

19:10 – L’area urbana è cresciuta e si è sviluppata a seguito dei grandi progeti. L’area urbana c’è. Va solo ufficializzata. Istituzionalizzarla a partire da Cosenza, Rende, Montalto Uffugo e Castrolibero.

19:14 – Come completare l’area urbana. Gli strumenti di pianificazione hanno consentito questo. Sono state esperienze meravigliose. Lo portiamo ad esempio in tutti i convegni. Bisogna pensare ai 2 svincoli autostradali. A supporto di un’area industriale importante (declassamento 107 e svincolo autostradale a sud)

19:19 – Appello a Oliverio a prendere in mano tutti i progetti dell’area urbana compresa autostrada e 107

19:24: – Individuare un piano che individui tutti gli interventi strategici. L’area urbana non si fa solo con insediamenti residenziali, si fa con le opere imprenditoriali che garantiscano lo sviluppo

19:29 – Salvaguardare le risorse del territorio. I progetti vengano valutato sulla base della sostenibilità ambientale economica e sociale.  Stiamo utilizzando le risorse che non sono più riutilizzabili. Siamo attenti.

19:31: L’Unical è stata la modernizzazione dell’area. In nessun altra parte d’Italia si è verificato in questo modo e con questa ampiezza

19:33 – A Rende c’è grande qualità insediativa

Palermo – Sindaco di Mendicino

19:37 – Tenere la mia città in considerazione. L’idea dell’area urbana va rivista. Dobbiamo sentirci parte dell’area urbana. Deve svilupparsi in modo policentrico. I grandi motori sono a Rende (area industriale, università)

19:44 – L’ospedale pubblico va collocato a Cosenza

19:46 – Dobbiamo pensare a nuove opere pubbliche

Pino Chiappetta

19:49 – Piano dei trasporti concordato con Musmanno senza Montalto. Non si parla in prospettiva. Non si tiene conto che la discussione dell’area urbana è stata avviata da anni.

19:50 – L’Università è il centro dell’area urbana. Se questo è vero preciso che Montalto è a 500 metri dall’Unical. Sostenere che Montalto non c’entri con l’area urbana è una corbelleria.

19:54 – Abbiamo perso le elezioni, ma dobbiamo continuare a fare politica. Qualche scontro in meno avrebbe aiutato, ma siamo ancora in tempo. Ora capiamo di quanto sia grave non avere il governo. Le amministrazioni di centrodestra stanno facendo molti danni.

19:56 – Non dimentichiamo i centri storici. Rende per noi è stato un modello nella programmazion urbanistica e dei servizi. Il modello Rende deve essere esportabile.

Luigi Guglielmelli

19:59 – Associazioni come Ipr sono una ricchezza per il Pd

20:01 – Qui l’area urbana c’è. Solo un marziano potrebbe pensare diversamente. In passato c’è stata una visione lungimirante. Qui è stato fatto e non è scontata.

20:02 – Chi è nemico della metropolitana è un nemico dell’area urbana

20:03 – Collegare i due punti nevralgici della cultura l’Unical e Germaneto. Per il sistema urbano dei trasporti non si possono usare scorciatoie come hanno fatto Manna e Occhiuto.

20:06 – La sanità privata si può favorire desertificando la sanità pubblica. Non c’è problema che un privato faccia cinque o dieci ospedali.  La politica deve pensare a potenziare la sanità pubblica. Il privato faccia la sua parte. Noi vogliamo migliorare l’offerta pubblica

20:11 – Incredibile il caso dei soldi stanziati nei budget per acquistare interventi di cataratta. I budget usati per favorire nuove strutture. A Rende si viene a forzare quello che è uno dei capisaldi. Violare ogni paragrafo ragionevole per aumentare la volumetria. La politica deve avere l’orgoglio di dire no. Le regole non possono essere violate.

20:14 – A Cosenza è stato un errore il commissariamento. Oggi cessa il commissaramento.

20:15 – A Rende non si può discutere sul fatto che siamo all’opposizione

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the transfers internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *