Al ridicolo non c’è mai fine

+

La giunta di destra “ripensa” il verde

E’ come far presiedere a Dracula la Croce Rossa

di GIANFRANCO DE FRANCO

L’amministrazione comunale di destra è diventata ambientalista. Non è uno scherzo. Hanno stipulato una convezione con gli agronomi per «rilanciare il verde cittadino». Vogliono addirittura «ripensarlo».

E hanno credibilità. A Natale 2014 hanno “ripensato” il verde autorizzando (clicca qui per leggere l’articolo  di Francesco Mannarino del 7/12/2014 sul Quotidiano del Sud) il posizionamento della pista di pattinaggio sul ghiaccio proprio sul verde antistante il Comune (foto ad inizio del post), E’ notorio, infatti, che il ghiaccio fa bene al verde (leggere la dichiarazione del dottor Domenico Plastina nell’articolo suindicato). Molti ambientalisti sostengono, infatti, che “lo fa ripensare”. E non si sono accontentati solo del ghiaccio. Hanno utilizzato quel meraviglioso tappeto verde per metterci di tutto. Friggitorie, panini imbottiti, caldarroste e via discorrendo. Il tutto in omaggio alla norma ambientalista che recita: “Verde calpestato, verde ripensato”.

E come se non bastasse questa estate hanno eliminato molti alberi. Non li hanno mica potati, li hanno proprio tagliati. In omaggio alla norma ambientalista che recita: “Alberi tagliati, alberi ripensati”.

E proprio di recente di fronte al Comune, naturalmente sul verde, hanno autorizzato un’altra “capannina”. Davvero fantastico.

Lo stand allestito dalla Coldiretti il 20ottobre 2015 e posizionato sul verde antistante il Municipio di Rende per una campagna promozionale di prodotti tipici dell'Alto Jonio cosentino

Lo stand allestito dalla Coldiretti il 20 ottobre 2015 e posizionato sul verde antistante il Municipio di Rende per una campagna promozionale di prodotti tipici dell’Alto Jonio cosentino

Poi hanno (ri)pensato bene di stipulare una convenzione con gli agronomi per ripensare il verde. Io ritenevo erroneamente che l’unico genio fosse Toscano. Ieri ne ho scoperto un altro: la Santelli. Un altro vero genio.

Il presidente dell’Ordine degli agronomi può stare tranquillo con una amministrazione così ambientalista e con così tanti geni, quali problemi può avere?

Comunque vada, sarà un successo.

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the transfers internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *